Foto 21-11-14 20 10 15

Come si fa a far carriera con la laurea in Economia?

Il 21 novembre 2014 alle ore 18.30 è andato in scena il seminario dal titolo “Making Career” realizzato con la collaborazione scientifica del Dipartimento di Scienze Economiche Aziendali.  L’evento si proponeva di rispondere alla domanda nel titolo (e non solo), attraverso la narrazione delle fasi iniziali e dei primi sviluppi di carriere di alcuni laureati in Economia.

Davanti ad un platea di circa 200 tra studenti e laureandi del Dipartimento di Scienze Economiche di Padova, ha moderato l’evento Alessandro Macciò del Corriere del Veneto; hanno fatto seguito i saluti iniziali di Paola Bertollo per ALEP (Associazione Laureati Economia Padova) e del Prof. Cesare Dosi per il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali “Marco Fanno”, Università di Padova.

Ad introdurre gli ospiti della tavola rotonda il Prof. Paolo Gubitta, il quale ha posto l’accento sin da subito che l’incontro avrebbe trattato solo “cose belle” in quanto la sfida del giorno d’oggi è sicuramente quella di non essere disoccupati, ma ciò non deve influenzare il proprio percorso di carriera: il professore sottolinea infatti l’importanza di “scegliere coraggiosamente il job che si vuole fare, non delegando la traiettoria della propria carriera ma impossessandosene”.

Viene successivamente messo in evidenza il tema della “mobilità”, che deve intendersi non solo sotto il profilo territoriale, bensì anche sotto il profilo aziendale e, non da ultimo, funzionale.

Altro elemento che il prof. Gubitta sottolinea è quello della velocità con la quale il mondo “corre”: per meglio spiegare questo concetto si limita ad un paio di esempi, come l’impiego dei robot nell’industria, che andrà gradualmente a sostituire circa il 15% della forza lavoro attuale, piuttosto che l’impiego sempre più crescente delle stampanti 3D con tutti i possibili risvolti derivanti dall’impiego di tale tecnologia.

Il breve discorso introduttivo viene concluso con quelle che il professore ha definito “3 pennellate”:

  • l’importanza di avere una certa disponibilità al rischio;
  • la propensione a saper innovare ed imparare, tenendo sempre presente la possibilità che il fallimento esiste;
  • la necessità di adottare comportamenti imprenditoriali, che non deve essere confusa con il “fare impresa”.

A valle degli spunti sopra sintetizzati, gli ospiti stimolati dal moderatore hanno illustrato le proprie esperienze professionali: dai momenti chiave della carriera,  all’analisi di come la componente rischio ha influenzato le loro scelte, terminando sul tema della mobilità, inteso nelle tre dimensioni evidenziate dal prof. Gubitta.

Brevemente vengono elencati i partecipanti, in rigoroso ordine alfabetico, con un loro breve profilo:

Riccardo Binotto, Group Human Resources Manager, Morellato Group

Laureato in Economia presso l’Università di Padova, comincia la sua carriera lavorativa collaborando con il Dipartimento di Scienze Economiche. Da subito si specializza e intraprende il suo percorso nell’ambito della gestione delle risorse umane. Partendo dal ruolo di Human Resources Responsible in IKEA Italia Retail Srl entra in Morellato Group nel 2009, dove completa la sua formazione specialistica occupandosi di tutte le varie politiche di gestione delle risorse umane. Attualmente, ricopre il ruolo di Group Human Resources Manager.

Federica Destro, Project Manager Startup Revolutionary Road, Fondazione Filarete

Laureata in Economia e direzione aziendale presso l’Università di Padova, con una tesi su “Leadership e Imprenditorialità nelle imprese nate da spin-off accademici”, consegue nel 2012 il Dottorato di ricerca con argomento: “L’imprenditorialità Accademica: l’ufficio per il trasferimento tecnologico dell’Università”. Da sempre impegnata nell’ambito dell’innovazione e del trasferimento tecnologico, raggiunge la Fondazione Filarete, dove attualmente ricopre il ruolo di Project Manager del progetto “Startup Revolutionary Road” finanziato da Microsoft YouthSpark e Fondazione Cariplo.

Giacomo Marcato, Vice Presidente, Marcato SpA

Laureato in Economia e Direzione Aziendale presso l’Università di Padova, da subito comincia la sua carriera nell’azienda di famiglia, la Marcato SpA, dove aveva cominciato a prestare servizio in giovanissima età. Attualmente è Vice President della stessa Marcato, azienda leader mondiale nella produzione di macchine ed accessori per pasta fresca, biscotti, pane e pizza. La particolare strategia messa in pratica dalla direzione in un mercato sempre più globalizzato e competitivo, ha permesso alla Marcato di affermarsi a livello internazionale e di essere un orgoglioso rappresentante del Made in Italy nel mondo.

Andrea Marsilio, Senior, Kpmg Advisory

Laureato in Economia Internazionale presso l’Università di Padova, consegue un primo Master in Bilancio e Revisione Contabile e un successivo Master in Banca e Mercati Finanziari. Entra in KPMG, occupandosi di revisione dei bilanci di primarie banche e gruppi industriali. Passa in KPMG Advisory, dove si occupa di consulenza e svolge attività di corporate finance, due diligence per operazioni di tipo straordinario, implementazione e sviluppo progetti di trasparenza ed efficacia dei sistemi di controllo interno. Attualmente segue progetti di fusioni e riorganizzazioni aziendali legati a tematiche di business process solutions ed adeguamenti alle normative nel settore bancario e industriale.

Giulio Mengoli, Vice President Development and Service Operations, Tetra Pak

Laureato in Ingegneria Meccanica all’Università di Padova, sviluppa la carriera all’estero e solo nel 2013 torna in Italia (forse) definitivamente. Partito per il Marocco, entra nel grande mondo General Electric che l’ha spostato prima in Francia e poi in Nord America. Successivamente, entra in TetraPak dove scala le posizioni di program manager in Italia, direttore del project management in Italia, VP technical service in Brasile (San Paolo), e VP carton economy in Svezia. Attualmente, ricopre il ruolo di VP development and service operations in Italia nella sede di Modena.

Andrea Padoan, Dottore Commercialista, Studio Padoan

Laureato in Economia e Diritto presso l’Università di Padova, ha un’esperienza pluriennale in primarie società di revisione contabile. Revisore legale da novembre 2010, ricopre incarichi di sindaco effettivo e membro di organismi di vigilanza in primarie società di capitali. Da ottobre 2010 a maggio 2014 ha collaborato presso uno studio di consulenza societaria e tributaria di Padova, occupandosi prevalentemente di tematiche concorsuali e pianificazione aziendale. Dopo aver superato l’esame di abilitazione alla professione di dottore commercialista a febbraio 2014, a giugno 2014 fonda il proprio studio, lo Studio Padoan.

Carlo Sgrò, Audit Senior Manager, Deloitte

Laureato in Economia all’università di Padova. Dopo una breve esperienza nell’ufficio controllo di gestione di una banca locale ha inizio il suo rapporto con la Deloitte. Durante la sua esperienza nella divisione audit di Deloitte, oltre alle normali attività di revisione si è occupato di financial due diligence e di attività collegate ad operazioni straordinarie e crisi d’impresa. Dal 2010 ricopre il ruolo di audit senior manager ed è co-responsabile del processo di recruitment del suo ufficio e parte di un team nazionale dedicato al controllo qualità negli incarichi.

Per effettuare il download del pieghevole dell’evento cliccare qui